C come magazine

35 volte grazie

Trentacinque volte grazie, uno per ogni numero di “C come magazine” uscito dal 2008 a oggi. Poi, ancora, un grazie per ogni volta che avete creduto in noi, per ogni intervista, ogni corsa contro il tempo, ogni attesa. Grazie per tutte le volte che ci avete ascoltato, fatto domande, dato consigli. Grazie per ogni volta che ci avete chiesto di fare chiarezza, grazie per quando la chiarezza l’avete fatta voi. Grazie per avere in qualche modo preso parte della piccola grande storia di questo free-press di cultura enogastronomica abruzzese che ha cambiato noi e speriamo non abbia lasciato indifferenti voi.

L’avventura di “C come magazine” è ufficialmente in stand-by.

Da una parte, l’azienda famigliare si è arricchita di un piccolo, nuovo arrivato; dall’altra, la direttora è stata chiamata a esercitare stabilmente il primo mestiere in cui si è formata, l’insegnamento: uno di quegli amori sbocciati sui banchi di scuola e mai abbandonati. Abbiamo impiegato un anno a dirvi grazie perché salutare è sempre faticoso. Ci avete affiancati in tantissimi e non riusciamo a chiamarvi per nome uno per uno, se non usando quello collettivo di “squadra fortissimi”. 😉 Grazie, thank you, merci, ancora grazie. Alla prossima esperienza!

(photocredits: sorpresa natalizia di beatrice de tullio)

Comments

comments